.
Annunci online

Berlusconi-Prodi
Biologia, psicologia, sociologia e filosofia di un voto... o perchè votare Berlusconi o Prodi


Diario


31 marzo 2005

Papa, giustizia, semimorta, 2.000 morti, milione di quasi morti

L’ultimo Tg2 di 2005-03-30 ha dato questa priorità: la malattia del Papa,  la morta-viva che da 14 giorni ha mobiliato mezzo mondo, 2.000 morti del terremoto…

Nel mio giornalismo la priorità non va per i bolentini sanitari del Papa sino per il suo messaggio, (1). Immagino che anche lui da più importanza al suo messaggio che i suoi bolentini sanitari: ricordo quando era malato e ha detto che leggeva i giornali per vedere come stava.

Del suo messaggio ricordo la giustizia, (2). La giustizia può essere il più importante per un mondo migliore. Da questi giorni o sentito molti notizie di molti arrestati e immagino che la  GIUSTIZIA di CLEMENTINA FORLEO , dei “Magistrati lontani della realtà”,  

 

Anderano in libertà senza che i mezzi d’informazione italiani si ricordano prima d’altri crimini. La vecchia giustizia preferisce occuparsi del passato di Berlusconi e dei suoi amici mentre da libertà a terroristi e gran criminale attuale. Un boss mafioso che mi sembra mille volte più scandaloso e pericoloso per la situazione attuale, dopo occupare 500 poliziotti e polizia internazionale per la sua cattura viene mezzo in libertà dal Tribunale della Libertà.

Continua a fare notizia con grandi plani dei 50 manifestanti per Salvare la morta-viva come se questo fosse più importanti dei milioni di morti di fame che se potevano salvare con meno impegno.

MADRE TERESA DE CALCUTÁ, PAPA WOJTYLA, CHE GUEVARA, … MADARONA, Quattro eroi per due Italie

 

Articoli di Enzo Bianchi: Il papa e la guerra: non nel Nome di Dio, La Stampa, 28 marzo 2003 Giovanni Paolo II … confermando e approfondendo il suo insegnamento sulla pace, … l’affermazione, inedita e vigorosa, che la pace è frutto non solo della giustizia, ma anche del perdono… la pace è opera, conseguenza della giustizia (“opus iustitiae pax” diceva il profeta Isaia) e specifica che la giustizia, per essere tale e suscitare la pace deve contenere in sé anche la dimensione del perdono: non può quindi essere pensata in termini antitetici al perdono ma, al contrario, quest’ultimo è immanente al principio della giustizia autentica. … “politica del perdono espresso in atteggiamenti sociali e istituti giuridici” in cui la giustizia è esercitata e riproposta: “Non c’è pace senza giustizia, non c’è giustizia senza perdono!” è l’affermazione espressa con forza dal papa nel suo messaggio per la Giornata mondiale della pace del 2002… diritto internazionale da parte di chi ha dichiarato questa guerra – è quello lanciato nella stessa occasione per il 1° gennaio di quest’anno, rievocando i quarant’anni dell’enciclica Pacem in terris di papa Giovanni: la convinzione della necessità di una “nuova organizzazione dell’intera famiglia umana per assicurare la pace e l’armonia tra i popoli”. Il papa è estremamente esplicito: non si tratta di un “super-stato globale” – e tantomeno di un “nuovo ordine mondiale”, concetto del tutto estraneo al diritto internazionale, come ha fatto notare la diplomazia vaticana – ma una forma di organizzazione mondiale capace di rappresentare i diritti di tutti i popoli ed essere così strumento di pacificazione e di giustizia nel mondo. Questo continuo ricordare e invocare un’autorità internazionale nasce dalla consapevolezza, acquisita dalla chiesa in virtù dell’esperienza storica, che una potenza unica nel mondo, un’unica super-potenza è tentata di totalitarismo: non può essere diversamente, e la chiesa lo sa!... la chiesa oggi misura la propria fedeltà al suo Signore e compie nel contempo il suo servizio di evangelizzazione soprattutto attraverso “il vangelo della pace”, cioè l’annuncio della pace tra le nazioni e tra gli uomini, mostrando ai non cristiani il proprio rifiuto verso ogni forma di intolleranza religiosa e qualsiasi scontro tra culture e religioni: nessun spirito di crociata è più possibile, né alcuna demonizzazione dell’islam, unica religione abitata, al pari del cristianesimo, da un anelito universalistico e missionario… La mia generazione ricorda bene come, nell’ora della guerra in Vietnam, all’interno della chiesa fossero solo i giovani universitari cattolici a chiedere pace, andando incontro in diversi casi a censure e richiami da parte delle autorità ecclesiastiche locali. Oggi sono sovente proprio i vescovi a organizzare veglie, fiaccolate, digiuni e preghiere per la pace!... questa testimonianza cristiana contro la guerra – che inoltre assume per la prima volta connotazioni marcatamente ecumeniche, con iniziative e appelli comuni o convergenti da parte delle diverse confessioni cristiane – quanti avevano ritenuto che la chiesa si fosse ormai rappacificata con il potere del libero mercato e omologata all’ideologia occidentale si sentono frustrati e delusi. Ogni giorno intervengono nei mass media o per criticare il papa, nel quale vedrebbero prevalere la dimensione di opinion leader del pacifismo rispetto a quella pastorale e spirituale del suo ministero, o per fornire distinguo e interpretazioni riduttive al suo magistero: il papa non è pacifista, il papa contrasta ma non condanna questa guerra contro l’Iraq, il papa si distanzia dal pacifismo di vasti settori del mondo cattolico… Salvo essere puntualmente smentiti da ulteriori interventi del papa. Si cerca insomma di attutire la portata dei messaggi del papa, disquisendo su sfumature di linguaggio e vivisezionando espressioni e toni usati, invece di riconoscere la trasparenza e la coerenza di una ammonizione veramente profetica. Non si dovrebbe dimenticare che già in occasione della guerra del Golfo nel 1991 era avvenuto qualcosa di analogo, anche se allora la voce del papa aveva avuto minore accoglienza e coralità da parte degli stessi ambienti cattolici. Non c’è alcuna ideologia di fondamentalismo pacifista nella posizione del papa, perché la chiesa non esclude in modo assoluto il ricorso alla forza, ma c’è un chiaro e forte “mai” pronunciato nei confronti della guerra, come del terrorismo e di ogni forma di violenza, quando viene intrapresa senza la giusta causa della difesa da un’aggressione e senza aver prima esperito tutte le vie di dialogo, di confronto, di risoluzione dei problemi con mezzi non bellici. Andrebbe anche sottolineato che, quando si invocano tutti gli strumenti alternativi alla guerra, si fa appello implicito a escogitarne sempre di nuovi, a sperimentarne di inediti: l’innovazione, la fantasia e l’abilità tecnica non devono essere patrimonio esclusivo dei costruttori di armamenti e degli strateghi militari. Proprio per la trasparenza della sua posizione, il papa nei giorni scorsi ha potuto affermare in un discorso ai cappellani militari che “il vasto movimento contemporaneo a favore della pace traduce la convinzione di ogni continente e ogni cultura che la guerra come risoluzione delle contese tra stati va ripudiata”… questa martellante insistenza del papa a favore della pace ha trovato enorme ricezione anche nel mondo musulmano che ha capito come questa guerra sia una guerra anglo-americana e non cristiana, come invece Bin Laden e altri si erano immaginati e forse anche augurati: autorità musulmane di ogni paese hanno espresso apprezzamento e gratitudine per le parole di Giovanni Paolo II e per gli sforzi operati dalla Santa Sede. E’ significativo che l’autorevole imam Sayed Tantouni di El Azhar al Cairo abbia dichiarato il proprio rifiuto a considerare questa guerra come una guerra contro l’islam, abbia messo in evidenza come essa provochi sofferenze a cristiani e mussulmani e abbia ringraziato il papa per il suo coraggio. E’ un atteggiamento – quello del papa, condiviso dalle massime autorità delle diverse chiese cristiane, d’oriente e d’occidente – che ha tolto ogni credibilità alla ostentata fede cristiana di George W. Bush, un uomo che fa sapere di iniziare ogni riunione politica con la preghiera, che invoca Dio contro il Male impersonato oggi da Saddam, che recita quotidianamente i salmi invocando l’aiuto di Dio per la propria azione militare, in una logica che speravamo di non dover più rivedere dopo il Gott mit uns nazista… cristianesimo come “religione civile” del nuovo impero. Tuttavia il vescovo Melvin Talbert, appartenente alla stessa chiesa di Bush, lo ha sconfessato ribadendo che egli “non segue né il vangelo né l’insegnamento della chiesa di cui è membro, ma un’ideologia che non appartiene al cristianesimo”. Di fronte alle affermazioni di Bush, tristemente parallele a quelle di Saddam nel definire questa guerra come combattuta nel Nome di Dio, come uno scontro tra il Bene e il Male, il cardinal Ratzinger ha reagito definendole “bestemmie”, il papa ha  ricordato che “il bene è la pace, il male è la guerra” e una nota del portavoce vaticano ha evocato il momento supremo e ultimo, ammonendo che chi “decide questa guerra se ne assume la responsabilità davanti a Dio, alla propria coscienza e alla storia”. Sì, per la chiesa che disarmata cerca di fermare la follia delle armi l’ultimo monito è quello che fa appello al giudizio di Dio, ... ha ricordato mons. Jean-Louis Tauran, avendo rinunciato a “far prevalere la forza del diritto sul diritto della forza, … questa guerra genererà tutti gli estremismi possibili, anche quello islamico, … provocherà terrorismo e infliggerà una grande ferita al dialogo tra cristianesimo e islam”.

 www-1.monasterodibose.it/bianchi-work/s20030328.html

(2)
Giustizia in TV: pista Bulgara dell’attentato al Papa, verità e poteri condizionanti, 2005-02-24

“Tribunale della Libertà” o stupidaggine? Mafia, criminalità, giornalismo, opinione pubblica  

Parini, buonismo, giornalismo e giustizia o stupidaggine?

 Ladri, giornalismo e giustizia o stupidaggine?

Giustizia, giornalismo, opinione pubblica, mafie, criminalità e bugie o stupidaggine?

 

Giustizia: intelligenza, stupidità, civiltà, inciviltà, assurdità o incredibile?

 

Giustizia, giornalismo e opinione pubblica

Offende il giudice e paga chi non ha culpa. Giustizia o stupidaggine?

Morti di prima pagina, giornalismo e stupidaggine della vecchia giustizia

Il morto, morti de serie a,b,c…z, giustizia, politica, giornalismo e sensibilità mafiosa:

Mais, petrolio, energia e fame

Giustizia o stupidaggine? Lettera aperta per Berlusconi e suo governo. Suggerimenti non domandati per vincere le prossime elezioni.

Tv, Forum, giustizia popolare ed etica globale  




permalink | inviato da il 31/3/2005 alle 9:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 marzo 2005

Tv, Forum, giustizia popolare ed etica globale

Nel programma “Forum”, C4, 2005-03-29, ho visto una sentenza che doveva fare scuola alla vecchia giustizia: una copia de separati litigava per i danni delle incisioni dei nomi nei bicchieri… Tina Lagostena Bassi ha condannato tutti due a dare €1000 in beneficenza per litigare senza motivo. Immagino che i €1000 equivale a quello che dovevano partecipare nella trasmissione.

Ricordo la giustizia della zingara e penso come la vecchia giustizia se poteva finanziare e risarcire le vittime della criminalità con una giustizia di questo genero, alla volta di dare soldi per avvocati guerrieri dell’ingiustizia e stupide burocrazie che causano più danno del possibile risarcimento alle vittime.

Nello stesso programma della stessa giudice il giorno dopo ho visto una sentenza che me ha sconvolto: obbliga un supermercato a dare una tessera con sconti a chi non vuole accettare il regolamento. Mi sembra giudicare popolare con nessun senso di giustizia. Se un supermercato vuole offrire sconti a chi le fornisce informazione nella compilazione di un formulario da ai clienti la possibilità di accettare o non le condizioni. Come può un giudice obbligare un supermercato ad offrire una tessera di sconti a chi non vuole acetire le condizioni?  

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

>>>  Per saperne di più:

Grandi avvocati e piccoli giudici: la prima causa de molte stupidaggine della vecchia giustizia

Giornalismo, giustizia, criminalità e bugie o stupidaggine?

Giustizia: intelligenza, stupidità, civiltà, inciviltà, assurdità o incredibile?

Giustizia, giornalismo e opinione pubblica

Giustizia, informazione e votare Berlusconi o Prodi? (Sondaggio)

Leggi, giustizia, democrazia, fumo, e stupidaggine del ministro della terrorista

Giustizia, educazione o stupidaggine?

Vandali per non studiare premiati con 15 giorni di vacanze...




permalink | inviato da il 30/3/2005 alle 13:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 marzo 2005

Umberto Eco nel panfleto anti-Berlusconi

Umberto Eco dedica la sua “bustina di Minerva” de “L’Espresso”, 2005-03-31, p. 202 al “regime di populismo mediatico”, naturalmente di Berlusconi. Berlusconi è accusato di avere dito molte bugie, però non ho conoscenza di nessuna peggiore di questa dello stesso Umberto Eco nello stesso articolo: “la televisione dà solo le notizie che piacciano a Berlusconi”. Invitto l’informazione di Berlusconi a dimostrare come questa è una gran bugia nella stessa informazione di Berlusconi.

Secondo Umberto Eco, il più intelligente portavoce della piazza di sinistra, “regime di Berlusconi” non è quello fascista della conquista d’Etiopia ma quasi: “populismo mediatico” con “la televisione dà solo le notizie che piacciano a Berlusconi”…

Al contrario della conquista d’Etiopia, la presenza italiana in Iraq ha dato molto di più che ricevuto, è animata soprattutto d’ideali di collaborazione, d’aiuto, di manutenzione della sicurezza per permettere la ricostruzione. Secondo me è una missione etica ed economica che poteva fare bene per l’Iraq e per l’Italia se non era quella piazza di sinistra che grida “10…1000…1000 Nassiryia” come se la resistenza alle democrazie e alle elezioni libre fosse la stessa di contro dittature, nazismo e fascismo.

Secondo me, una persona intelligente come Umberto Eco, solo può dedicare una pagina a contestare Berlusconi per la scelta della TV di annunziare il ritiro progressivo delle truppe italiane dell’Iraq, perchè scrive per un panfleto anti-Berlusconi dove la priorità è distruggere la politica di Berlusconi. Secondo me, la sinistra delle piazze e dei pacifisti di Che Guevara fanno un pessimo lavoro nel ritardare la pacificazione dell’Iraq, danno una mano i terroristi e a tutti quelli che preferiscano il ritorno di un dittatore come Saddam alla volta della democrazia.

Secondo Giorgio Bocca “l’opinione pubblica narcotizzata dalla tv … neofascismo di Francesco Storace … Berlusconi … regime autoritario … fabbrica di leggi ad personam …” (“L’Espresso”, 2005-03-24, p. 15).

Secondo me è stato proprio Berlusconi il creatore di una TV critica e diversificata che ha terminato con il monopolio informativo narcotizzato della Rai. “Striscia la Notizia” critica Emilio Fede di presentare foto poco favorevoli di Prodi ma “L’Espresso” fa peggio con le foto di Berlusconi. Soprattutto prime delle elezione quasi tutto “L’Espresso” sei concepito contro Berlusconi e i suoi amici, con gran rilevo “culturale” de tutto quello che se oppone a Berlusconi, suoi amici o politici di referenza: Moore e Kerry contro l’amico di Berlusconi Bush, … Perché “Striscia la Notizia” critica solo una TV del patrono e non “L’Espresso”? Forze per non dare pubblicità a uno panfleto che non merita referenza.  

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

Per saperne di più:

Eugenio Scalfari, torture, terrorismo, civiltà "occidentale" e informazione in Italia

 

USA: “Civiltà superiore” e giornalismo inferiori

da Berlusconi-Prodi
Anti-americanismo italiano, emozione, intelligenza e etica di destra e sinistra, fatti e opinioni
Ho vissuto in decine de paesi di 4 continenti e non ho mai trovato tanto anti-americanismo come in Italia. Senza USA Italia non sarebbe come Albania, ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Mentana, Fallaci, Vietnam, Canal5
Enrico Mentana presenta Oriana Fallaci nel Canal5 il 2005-03-03, ore 21. Nel 1975 studiava all’università di Lisbona e l’unico libro italiano che rricordo ... (continua)

da neo-machiavelli
PERCHÉ VOTARE BERLUSCONI (sondaggio)
Presento le mie ragione per che votare Berlusconi e invitto a dire la vostra e a commentare:   1.       &nbssp;    ... (continua)

da neo-machiavelli
L'Italia e l'anti-americanismo
“L’Unità” di oggi 2004-05-17 mette in prima pagina una foto di guerra con il titolo: “I militari rischiano la vita” e al lato una di Berlusconi sorriddente ... (continua)

da neo-machiavelli
Civiltà italiana: pro-islamica, pro-albanesa e anti-americana
Media italiani: due pesi e due misure Le torture psicologiche perpetrate dagli americani, come la soldatessa che teneva come un cane al guinzaglio unn ... (continua)

da neo-machiavelli
Torture e diritti umani nel Iraq (sondaggio)
Oggi 13 maggio 2004, tra le 7 e le 8 del mattino, viaggiando sui mezzi pubblici ho fatto questo sondaggio sul tema “SECONDO LEI, CHI FA PIÙ TORTURE E ... (continua)

da neo-machiavelli
Arte&horror: etica, estetica e giornalismo politicamente corretto
Tre bambini impiccati in Piazza XXIV maggio, al centro di Milano. È l'ultima provocazione di Maurizio Cattelan, artista tra i più pagati al mondo. Luii ... (continua)

da neo-machiavelli
Politico ideale: un testicolo di Antonio di Pietro e il cervello di Silvio Berlusconi
Il coraggio contro il peggiore dei mali d’Italia: corruzione, criminalità e mafia. Non contro Berlusconi. I testicoli producono ormoni responsabilii ... (continua)

da neo-machiavelli
USA: “Civiltà superiore” e giornalismo inferiore
  Nella prima pagina del “Manifesto” del 30 aprile 2004 c’è una foto di torture dei prigionieri in Iraq con un titolo grande: “Civiltà superioore”. ... (continua)

da neo-machiavelli
Indymedia, e Psicologia dal capitalismo, comunismo e anarchismo
Nel capitalismo, che ha la sua massima espressione negli USA, le differenze stimolano più la creatività, il lavoro e l'efficacia. Nel comunismo, ddel ... (continua)

da neo-machiavelli
ABBIAMO I COGLIONI, NON SIAMO NÉ COGLIONI NÉ SPAGNOLI. IL TITOLO MANCATO NELLA STAMPA D'ITALIA
Ho visto la rassegna stampa del TG4 e ho avuto l'impressione di un'informazione all'90% contro Governo e Berlusconi di una forma particolare. Se questto ... (continua)

da neo-machiavelli
“RIVOLUZIONE DEI GAROFANI” E MARXISMO CULTURALE
Il 2004-04-21 il giornale “LA REPUBBLICA” dedica tutta una colona della prima pagina e tre dell’interno alla “RIVOLUZIONE DEI GAROFANI” del 1974-04-255 ... (continua)

da neo-machiavelli
BERLUSCONI VISTO DEI GIORNALISTI ITALIANI E DA UNO AVVOCATO DEL DIAVOLO, (STRANIERO)
Tutti d'accordo: Berlusconi controlla il 90% dell'informazione italiana però il 60%  è contraria e solo il 40%. è favorevole  AVVOCATO DEL ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Di Pietro, antiamericanismo, Iraq e giustizia.
Sono stato un fan d’Antonio di Pietro, quando grazia a lui le opere del metro di Milano sono passate a costare la metà ... quando con un pc e un tecniico ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Calipari: comunicazione di Berlusconi al Parlamento
  Uno straniero fa il “avvocato del diavolo” della comunicazione trasmessa su RaiMed, 2005-03-09, 14.30…:   Dalla “molto attesa” comunicaazione ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Calipari e anti-americanismo
Le polemiche intorno a Calipari rappresentano la svolta del antiamericanismo tradizionale italiano e le nuove politiche filo-americane svolte sopratuttta ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Iraq, etica e giustizia in futuro global
Immagino un futuro global... Con un’etica global... una giustizia senza frontiere... un governo global... certamente meglio un governo di Bush o Berrlusconi ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Calipari: intelligenza delle elite di destra ed emozione della piazza di sinistra?
(Continuazione di Pace, etica e intelligenza delle elite di destra e della piazza di sinistra”). Elite di destra vogliano capire: Berlusconi chiama ll’ambasciatore ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Giuliana Sgrena, Simona Pari, Simona
Hanno certamente in comune: pacifiste, de sinistra, contro le presenze delle forze militari straniere in Iraq, di grand’umanità e simpatia per chi sofffre ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
GIUSTIZIA, POLITICA, GIORNALISMO E INTELIGENZA O STUPIDAGINE.
           Due innocenti di destra muoiano carbonizzati di un incendio attribuito alla sinistraa. ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Pace, etica e intelligenza delle elite di destra e della piazza di sinistra
                Elite di destra, in primo Bush, Blair e Berlusconi, sano chhe ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Pacifisti da Che Guevara, da Saddam e da Osama Bin Laden
Pacifisti da Che Guevara, da Saddam e da Osama Bin Laden Un pacifista con il “logo” da Che Guevara brucia le bandiere d’USA … Saprà questo pacifista ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Sgrena, messaggio terrorista, voto al finanziamento Iraq, strumentalizzazione...
Sgrena, messaggio terrorista, voto al finanziamento Iraq, strumentalizzazione secondo Al Jazira, Rai1, R4 e Rai3.   Baldoni, Serene e Sgrena soono ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Iraq: intelligenza animale ed etica globale o stupidaggine umana?
Anche gli animali lottano per demarcare il suo territorio. Pero la lota se evita quase sempre con il più debole ad acchetare le condizioni del più forrte. ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Berlusconi, Agnelli, Giorgio Bocca, Kerry, Bush, Moore ... informazione e misteri dell'opinione
Berlusconi, Agnelli, Giorgio Bocca, Kerry, Bush, Moore...informazione e misteri dell'opinione pubblica   Giorgio Bocca domanda perché Peugot, RRenault, ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Satira in televisione e Berlusconi
Curzio Maltese scrive: “Da tre anni la satira è proibita in televisione. Bandita dal regno dove comanda uno solo.(…) Molto perché il paese il paese ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
PPPP, giornalismo, giustizia, politica
Dei 3 anni di studio di giornalismo, la cosa più importante che ricordo e che me sembra peggiore usata dei professionisti è la priorità al più importaante. ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Michele Santoro, informazione e giustizia o stupidaggine?
Santoro mi sembra un missionario del populismo anti-Berlusconi dove emozione e credenze irrazionale contano più dell’intelligenza. Ho visto un solo pprogramma ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Giornalismo, giustizia, politica
Dei 3 anni di studio di giornalismo, la cosa più importante che ricordo e che me sembra peggiore usata dei professionisti è la priorità al più importaante. ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Giustizia, giornalismo, opinione pubblica, mafie, criminalità e bugie o stupidaggine?
La GIUSTIZIA di CLEMENTINA FORLEO, ( http://berlusconi-prodi.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=385701 ), ha fatto discutere per diversi giorni e è stata cconsiderata, ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
La GIUSTIZIA di CLEMENTINA FORLEO, di CARNEVALE e de tanti altri …
La GIUSTIZIA secondo CLEMENTINA FORLEO,  continuerà a far discutere e rimenerà nella storia della giustizia come esempio di vergogna, stupiddità, ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Anno del treppiede contro Berlusconi che colpisce anche Prodi
Per certa informazione italiana  il 2004 è stato l’anno delle Torture americane  e il 2005 è l’anno del treppiede. Lo ha detto un  giorrnale ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Torture e vergogna ancora
“Londra: vergogna per le torture”, (TG5, 2005-01-20, ore 7.34). “Paese sotto choc … non simile agli orribile degli americani … ”, (corrispondente da LLondra ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Votare per Berlusconi o Prodi? Biologia, psicologia e filosofia per un voto
Il più importante che ho imparato della biologia: tutti nascono differenti e le nostre capacità se sviluppano con pratica e stimoli positivi o negativvi. ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Usa “in love”?
Forse per gli aiuti umanitari di Usa nel maremoto mi sembra che si è passato in Italia di un atteggiamento dell’opinione pubblica irrazionalmente moltto ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
Torture americane viste d’Italia
Nel 2004 le torture americane sono state in certa opinione pubblica italiana come la peggiore vergogna dell’anno: peggio degli attacchi terroristi conntro ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
La stupidaggine della vecchia giustizia e la “cura” politica
La più grande stupidaggine della vecchia giustizia sta nel occuparsi da quello che è non solo inutile come pregiudiziale e lasciare il più importante ... (continua)

da Berlusconi-Prodi
L’infedele e l’arte di deformare l’informazione.
 L’infedele è uno dei migliori programmi di tv d’opinione. Però tutta informazione è deformazione e imparzialità non esiste in politica. Può esseere ... (continua)

Torture e diritti umani nell’Iraq (sondaggio)

Onu, torture, Berlusconi, superiorità della civiltà occidentale




permalink | inviato da il 27/3/2005 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


26 marzo 2005

Torture russe e americane nel giornalismo e opinione pubblica italiana

“Uomini e donne prelevati dai russi vengono regolarmente torturati. Solo in pochi sopravvivono”. (“L’Espresso” 2005-03-31, p 41). Zainap mostra “borse piene di videocassette e di cartelloni con su attaccate centinaia di fotografie: corpi di uomini vivi e morti, straziati dai segni dei più atroci supplizi … Queste sono le prove inconfutabili delle atrocità che le forze armate russe continuano a compiere contro il nostro popolo”. Perché nessuna di questa foto viene pubblicate. Sarà vero che “L’Espresso” ha pubblicato le stesse foto false delle torture in Iraq per le quali il direttore di un giornale inglese se è dimesso? Perché L’Espresso ha dato tanta importanza alle “torture” di un’americana in Iraq che per poco più d’umiliazione sessuale l’opinione pubblica italiana la ha condannato a 20 anni di galera e non pubblica queste foto? Gli americani hanno condannato gli errori di qualcuno fra 150.000 soldati in Iraq. Quanti russi sono stati condannati? L’opinione pubblica italiana è interessata mille volte di più delle torture americane che delle torture russe? Sarà impressione mia o sono mille volte peggio le torture russe e islamiche per le quali sono mille volte meno condanna nell’opinione pubblica italiana? Perché?

  1. Anti-USA della vecchia Italia?
  2. Filo-russo della manipolazione d’informazione creata con l’oro di mosca alla vecchia Italia?
  3. Altro?  

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

>>>  Per saperne di più

Torture, terrorismo, civiltà "occidentale" e informazione in Italia

Anti-americanismo italiano, emozione, intelligenza e etica di destra e sinistra, fatti e opinioni

Torture e diritti umani nel Iraq (sondaggio)

Italia vista della "Famiglia Macchiavelli" : 1-Torture e cultura della vecchia Italia
Torture americane e italiane

Torture, terrorismo e pena di morte nella sensibilità italiana 

Che Guevara: torture e eroi della vecchia Italia

Berlusconi, USA, civiltà superiore e giornalismo inferiori

Giornalismo italiano visto da uno straniero: democrazia e governo del opinione pubblica.  

FIDEL CASTRO, CHE GUEVARA, COMUNISMO, USA E CUBA VISTI DALL'ITALIA:

Berlusconi, USA, e informazione in Italia (sondaggio)




permalink | inviato da il 26/3/2005 alle 6:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


24 marzo 2005

Salvare la morta-viva e lasciare morire milioni di bambini

Un’americana da 15 anni in stato vegetativo ha mobilitato mezzo mondo in difesa della sua vita. Se quello che se è fatto per quella morta-viva fosse fatto per salvare 5 milione di bambini che muoiano l’anno di fame non so se si potevano salvare tutti, ma certamente qualche milione. Solo in Italia ha occupato l’inizio di diversi TG e molte prime pagine dei giornali. Solo in Italia, con uguale informazione a convincere le persone di economizzare metà di quello che va nella spazzatura e donarlo al volontariato dei poveri si salvavano qualche decennio di milione. Secondo “Famiglia Cristiana”, se poteva alimentare un milione di persone con quello che va nella spazzatura solo a Roma, il doppio della popolazione d’Italia con quello che va nella spazzatura in tutta Italia. Certamente è difficile evitare del tutto che alimenti vano nella spazzatura e non se può inviare il resto per i poveri d’Africa, Albania o India. Però se può creare una cultura d’etica globale, d’economia del superfluo, adottare bambini a distanza, (www.sales.it), salvare milione e avere migliore salute. Alla volta di questa cultura di avere sempre più mangiare del necessario, se fosse creata una mentalità di risparmio per aiutare quelli che muoiano di fame, forse molti avevano migliore salute mangiando meno e molti non morivano di fame.

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

Buonismo italiano visto da un new-global




permalink | inviato da il 24/3/2005 alle 13:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


24 marzo 2005

Carabinieri, ladri e criminali nell’informazione popolare italiana

Ho visto la popolare giornalista delle mattine di Rai3, (2005-03-24, ore 6.55), dare l’idea che le persone in divisa, soprattutto carabinieri, sono intoccabile, nessuno le può chiamare di cretino …

Ho l’impressione che è precisamente il contrario, i carabinieri sono molte volte trattati peggio dei cani: delle notizie che ho a conoscenza sono più le condanne per chi tratta male un canne che per chi manda all’ospedale un carabiniere. Por lo meno due casi in meno di un mese d’aggressione alle forze dell’ordine con diversi giorni o mesi d’ospedali condannate con pene sospese. Se un carabiniere mandato all’ospedale per mesi dall’aggressione un senegalese vuole essere risarcito deve pagare un avvocato, andare per dieci ani a camino del calvario dei tribunali e dopo di tutte le spese il senegalese non sarà trovato o non poterà pagare. I più onesti contribuenti pagano l’ospedale del carabiniere, un carabiniere che lo sostituì, questa giustizia tutti i suoi danni. Non era meglio la giustizia di Stalin, (1), che condannava i ladri i servizi forzati? Sarà più giusto i milioni d’italiani dei più onesti contribuenti condannati i servizi forzati per pagar l’ingiustizia della giustizia?

 Ho sentito la popolare Barbara Palombelli lamentarsi in TV che se un senegalese ruba un radio vieni condannato a 12 anni di galera. Vano in televisione e sono popolare solo i difensori dei ladri e criminali? Quando un senegalese, o un albanese, o uno straniero è stato condannato a 12 anni di galera? Sono straniero e me lamento della giustizia italiana essere tropo buona con i ladri e criminali, non del contrario. Non ho conoscenza di un’unica condanna a 12 anni di galera per un ladro.  Salvo che rube un banco con molti morti. Ho conoscenza di rapine con 2 e al massimo 4 anni di galera. Ho conoscenza di 80% dei crimini di persone arrestate al meno una volta delle forze dell’ordine e mezzi in libertà della vecchia giustizia. In pochi giorni ho letto due storie differenti con 3 punti in comune: senegalesi aggrediscano forze dell’ordine e sono condannati a qualche mezzi con pena sospesa. Mi domando si sono io lo straniero che non capisce niente di quest’Italia o questa popolare giornalista e scrittrice. Quando mai uno straniero è stato condannato a 12 anni di galera per rubare? Ricordo la storia di un albanese di 20 anni che ha ammassato un vecchio italiano per rubarlo dopo essere stato 7 volte arrestato delle forze dell’ordine e sempre mezzo in libertà della vecchia giustizia. di ladri di miliardi in libertà dopo 3 anni.

Ricordo un vecchio incensurato con molti problemi dopo che ha avuto chiudere il negozio in conseguenza di una truffa e rapina che le ha portato via il frutto di una vita di lavoro. Quando ha visto il ladro libero dopo 3 anni senza restituirle il rubato è andato a prendere una pistola e lo ha ammassato per consegnarsi alla polizia. Mi sembra più giusto conferirle una medaglia che metterlo in galera. Certamente meglio sarebbe una migliore giustizia.  Ma meglio un castigo esagerato dei criminali che degli innocenti. Se se conferisse una medaglia a chi ammazza ladri e criminali morivano qualche criminali in più, ma per ogni criminale morto se potevano salvare 10… 1000… o forse 1000  innocenti.

Secondo il rapporto annuale della Fao, 2004, 5 milione di bambini muoiano ogni anno nel mondo per fame e mal nutrizione, con 25 milione dollari all’anno se potessero salvare 900.000 bambini, (Messaggero di Sant’ Antonio, 2005-02, p. 32). Molti milione vivano con meno di un euro al giorno. Se i costi della criminalità e della giustizia fossero paghi dei criminali come nella giustizia di Stalin, (1), e degli zingari, (2), e se quello che i più onesti cittadini pagano per loro fosse orientato per un migliore giustizia globale morivano forse qualche criminali in più ma si salvavano milione d’innocenti.

Ho l’impressione che in Italia più la gente è buona con i ladri e criminali più diventa popolare.  Questo buonismo della giustizia e del giornalismo con le stranieri criminale contribuisce a peggiorare la situazione di quelli che non sono criminali e a lungo termine al razzismo. Ricordo Olanda che era dei paesi più tolleranti con altre culture fino a che un politico e un regista sono stati uccisi.     

Una vittima d’usura ha perso il negozio e la sua vita è diventata un incubo di miseria e paura. Ha denunziato gli usurari pero il processo ha durato 11 anni. (Rainews24, 2005-01-11, 7.45).

Con la nuova legge di prescrizione molti reati possano rimanere impuniti se non si fa una giustizia più efficiente e rapida.

Al processo gli usurari in generale hanno molti soldi per buoni avocati e le vittime non hanno soldi per vivere.

Con la giustizia tradizionale dipendente dei grandi avvocati molte vittime non avevano giustizia. Se non se fa una riforma della vecchia stupida giustizia e non si trovano metodi moderni e più efficienti molti reati prescrivano e le vittime avranno ancora meno possibilità di giustizia.

(1)   Giustizia di Stalin e italiana

(2)    Zingari, “Regina dei Rom”, giustizia, ladri e globalizzazione

La stupidaggine della giustizia, della politica … e l’intelligenza della regina dei Rom e del FBI

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

Giudici di quartiere, d’Internet, dei politici, della mafia, dei ladri…




permalink | inviato da il 24/3/2005 alle 9:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 marzo 2005

Giudici di quartiere, d’Internet, dei politici, della mafia, dei ladri…

La vecchia giustizia tradizionale archivia milione d’ingiustizie importanti e si occupa di casi dove fa più danni e ingiustizia che se fosse a dormire. Questa veccia giustizia deve passare ad un secondo piano per recare meno danni e in sua sostituzione devono nascere nuove forme di giustizia dove predomina l’etica globale, l’intelligenza e il buon senso di giustizia che manca alla vecchia.

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

Giustizia di Stalin e italiana

Grandi avvocati e piccoli giudici: la prima causa de molte stupidaggine della vecchia giustizia

Avvocati: guerrieri dell’ingiustizia

Talenti, meritocrazia e stupidaggine della vecchia giustizia tradizionale. (Sondaggio)

 

G8 e Giustizia all’italiana

GIUSTIZIA, POLITICA, GIORNALISMO E INTELIGENZA O STUPIDAGINE

G8, Berlusconi e giustizia, ingiustizia o stupidaggine?

La GIUSTIZIA di CLEMENTINA FORLEO, di CARNEVALE e de tanti altri …

Corrado Carnevale, Napoli, vecchia giustizia e rivoluzione giudiziale

Come salvare milione d’innocente con quello che Italia ha pagato per una terrorista




permalink | inviato da il 24/3/2005 alle 8:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 marzo 2005

Per una rivoluzione culturale, morale ed etica della polizia, giustizia e politica

Molte volte sembra che i diversi potere e popolazione che dovevano collaborare per un mondo migliore se combattano fra loro alla volta di combattere il più grande inimico comune di tutti: la criminalità. Della collaborazione può risultare efficienza e della mancanza di collaborazione o della lotta fra i diversi poteri e cittadini risultano i peggiori mali.

Per una rivoluzione della società per migliore si deve facilitare la collaborazione, premiare i buoni contributi e punire chi fa intenzionalmente danni.

Iniziamo con la collaborazione fra cittadini e carabinieri: “… non si ricevono per e-mail atti di denuncia, querela oppure esposti e segnalazioni comunque inerenti al servizio d'istituto, per i quali è necessario …” Alla volta di ricevere di buona volontà e dare un prèmio a chi vuole collaborare con i carabinieri, se rende difficile la sua collaborazione con burocrazie e lavoro senza dare niente in cambio. Al contrario di tutta le convivenze civile che ringrazia chi fa un bene, lo Stato non solo non paga niente a chi collabora, le rende difficile la collaborazione e lo obbliga al faccia a faccia con assassini che non hanno la minima difficoltà in assassinare per andare due anni in galera, come l’assassino del giornalista Valter Tobagi.

Immagino una futura cultura e società dove ogni onesto cittadino se sentissi un amico dei carabinieri, dei giudici e dei politici che per sua volta le garantiscano la sicurezza con i mezzi più intelligenti, logici ed efficienti senza le stupidaggini del passato che non hanno in conta il progresso, i nuovi metodi e le esigenze della società attuale.

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )
Carabinieri, forze dell’ordine, mafia, mafie, nuova politica e nuova giustizia
Iene, g8, violenza delle forze dell’ordine e giustizia o stupidaggine?
Carabinieri, forze del ordine, mafia, mafie, nuova politica e nuova giustizia 
Corrado Carnevale, Napoli, vecchia giustizia e rivoluzione giudiziale




permalink | inviato da il 22/3/2005 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


22 marzo 2005

Nucleare: intelligenza delle elite di destra e stupidaggine di certe piazze di sinistra

Secondo un ministro la chiusura del nucleare è costato 6 miliardi euro l’anno, (1), all’economia italiana. Secondo Fo, (2), è stata la più gran vittoria popolare. Secondo me, non so se i danni sono stati di 100 o 500 miliardi d’euro pero non ho dubbio che sono stati astronomici e che l’opinione di Fo rivela che intellettuali di certa sinistra sono sempre con la stupidaggine della piazza contro l’intelligenza delle elite chi governa.

(1) Fonte: Tg3, 2005-03-22, 12.15.

(2) Fonte: newsletter di Dario Fo e Franca Rame.

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

Giovanni di Roma: stupidi e ignoranti o con il lavaggio al cervello antiamericano?

Le due Torri … Torre gemelle… Hitler … Saddam … Bush e i pacifisti di Che Guevara

Boicottare coca-cola o la stupidaggine anti-americana?

Calipari e anti-americanismo

Anti-americanismo italiano, emozione, intelligenza e etica di destra e sinistra, fatti e opinioni

Giornalismo, giustizia, politica




permalink | inviato da il 22/3/2005 alle 14:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 marzo 2005

Grandi avvocati e piccoli giudici: la prima causa de molte stupidaggine della vecchia giustizia.

Francesco Romeo, difensore di Diana Blefari Melazzi, afferma che “sono stati lesi i diritti della difesa”, (“La Stampa, 2005-03-22, p.15), nel processo per il delitto dell’omicidio di Marco Biagi e un lavoro faraonico può andare in fiume. Come succedeva con la giustizia di Carnevale contro la mafia. Le mafie, criminalità e terroristi ammassano senza la minima preoccupazione dei diritti degli innocenti, ma in sua difesa arrivano i grandi avvocati con cavilli, leggi del 1800, trattati internazionale, civiltà mafiosa e terrorista che trasformano le grandi ingiustizie in ingiustizie ancora peggiore: il più onesto contribuente pagano some astronomiche per non avere vera giustizia: le familiari delle vittime piangono fronte alla prepotenza e riso dei criminali e terroristi.

Nel 1990 un avvocato mi ha raccontato il percorso per diventare giudici in Italia: quasi solo i figli di magistrati o di certe “caste” sociale entrano nella scuola di magistrati. La famiglia è decisiva nella carriera e se non hanno una famiglia favorevole non studiano per giudici perché non ha futuro professionale. Ho pensato che cosi inizia la selezione di persone poco intelligenti: fra 100 se possano trovare più intelligenti che fra 10. In tutte altre professione di gran responsabilità, gran prestigio e grandi guadagni possano concorrere i migliori di tutti cittadini. Nella magistratura non hanno bisogno di essere dei migliori ma di fare parte di quelle 10% di famiglie che favoriscono la carriera.

Se un avvocato della mafia, dei terroristi e dei grandi criminali possono guadagnare molto più che un giudice, esiste una gran provabilità che 10% dei migliori preferisca essere grande avvocato che piccolo giudice. Se la professione d'avvocato premete fare migliore carriera in poco tempo e guadagnare molto di più che un giudice, è molto logico che i migliori, i più intelligenti, i più ambiziosi, i più creativi, preferiscano iniziare a studiare per avvocati che per giudici.

Nel 1980 sono stati assassinati diversi giudici. Negli anni successivi era assassinato una media di uno l’anno. Non ho conoscenza di nessun avvocato assassinato a causa del suo mestiere. Giovani più intelligenti sono più attratti di una professione dove possono guadagnare di più, fare più facile carriera e sopravvivere alla criminalità.

Con le carriere giudiziarie dipendente dell’anzianità e non del merito abbiamo oggi elite della giustizia di persone di piccole capacità e poco sviluppate che fanno quello che i grandi avvocati de più gran capacità le dicano di fare.

Uno studio sociologico al Portogallo rivelava che i giudici erano poco creativi, poco innovativi, tradizionali, … Immagino che uno studio in Italia rivelava lo stesso con l’aggravante della piccola intelligenza poco sviluppata soprattutto nelle elite della vecchia giustizia. Immagino che sono di sinistra nella maggioranza perché gli ideali della giustizia di destra sono dare ad ogni uno secondo le sue capacità e la giustizia di sinistra difende più l’ugualità. Cosi si capiscono che il terrorista di sinistra assassino del giornalista Walter Tobagi passe poco più di due anni di galera e Marcello dell’Ultri amico di Berlusconi sia condannato a 8 anni per “concorso esterno in associazione mafiosa” senza essere tanta certezza come dell’assassinio di un innocente giornalista.   

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

Avvocati: guerrieri dell’ingiustizia

Talenti, meritocrazia e stupidaggine della vecchia giustizia tradizionale. (Sondaggio)

Giustizia e magistrati: vocazione al martirio o mancanza d’intelligenza?

Giustizia di Stalin e italiana

 

G8 e Giustizia all’italiana

GIUSTIZIA, POLITICA, GIORNALISMO E INTELIGENZA O STUPIDAGINE

G8, Berlusconi e giustizia, ingiustizia o stupidaggine?

La GIUSTIZIA di CLEMENTINA FORLEO, di CARNEVALE e de tanti altri …

Corrado Carnevale, Napoli, vecchia giustizia e rivoluzione giudiziale

Sono tornati i giudici come Carnevale? Tribunal di Roma e giustizia o stupidaggine?

Come salvare milione d’innocente con quello che Italia ha pagato per una terrorista

Carabinieri, forze dell’ordine, mafia, mafie, nuova politica e nuova giustizia

Mafia, Badalamenti e giustizia o stupidaggine? (Sondaggio)

Ciampi, camorra, mafia, (mafie), civiltà mafiosa, civiltà “buona” (sondaggio)

Taglia sui killer, criminalità, Lega Nord, Padania, destra e sinistra 

Pena di morte in primo piano da “Famiglia Cristiana” (Sondaggio)

Antimafia, leggi, politica, giustizia ed efficienza

Il morto, morti de serie a,b,c…z, giustizia, politica, giornalismo e sensibilità mafiosa




permalink | inviato da il 22/3/2005 alle 14:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio   <<  1 | 2 | 3 | 4  >>   aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


berlusconi-prodi
Votare Berlusconi o Prodi?

Berlusconi
Prodi

CERCA