.
Annunci online

Berlusconi-Prodi
Biologia, psicologia, sociologia e filosofia di un voto... o perchè votare Berlusconi o Prodi


Diario


4 maggio 2005

Calipari, Baraldini, Ministro della terrorista, Che Guevara, torture, Antiamericanismo, secondo me, secondo elite di destra e piazze di sinistra

Secondo me Calipari è stato vittime di un incidente non colposo, sarebbe giusto se USA domandasse scusa dell’errore, pagasse una parte dei danni e la questione fosse chiusa.

Le elite di destra, con la pressione d’elite e piazze di sinistra, stano dando troppa importanza ad un incidente.

Le piazze di sinistra usano l’incidente per il suo tradizionale antiamericanismo, come hanno fatto con Baraldini, Che Guevara, torture americane in Iraq, …

Rai3, 2005-05-04, ore 7.30 ha mostrato una volta di più “la foto terribile” delle torture americane. Milione di torture più terribile di Saddam, del terrorismo islamico, del 11/9, Madrid, Beslen,… hanno avuto milione di volte meno spazio delle “torture” senza sangue né ossi roti della soldatessa americana. Torture, terrorismo, civiltà "occidentale" e informazione in Italia .

In circa un’ora ho sentito nella Rai3 4 volte le parole di Sgrena a suggerire l’agguato. Il Ballarò di Rai3 del 2005-05-03 è iniziato con l’opinione della Sgrena, naturalmente a suggerire l’agguato per i credenti delle piazze di sinistra le trasformare in dogma: Pier Scolari, il compagno della Sgrena: "gli americani volevano Giuliana morta" .

Il "Ministro della terrorista", il migliore rappresenta delle peggiori piazze di sinistra vuole usare Calipari come ha usato Baraldini per sollevare l’antiamericanismo delle pizze di sinistra: "La vicenda relativa all'inchiesta sulla morte di Calipari è di estrema gravità. Di fronte all'arroganza degli Stati Uniti e alla loro pretesa di impunità, il governo italiano dovrebbe avere, almeno adesso, un sussulto di dignità. Questo è il momento di uscire dal pantano iracheno e di ritirare le truppe italiane".

La mia opinione è totalmente contraria:

Berlusconi, USA, civiltà superiore e giornalismo inferiori

Berlusconi,Prodi,civiltà occidentale,islam e giornalismo

FIDEL CASTRO, CHE GUEVARA, COMUNISMO, USA E CUBA VISTI DALL'ITALIA

TERRORISMO E "CIVILTÀ" OCIDENTALE

Torture, terrorismo, civiltà "occidentale" e informazione in Italia

L’opinione che me sembra più intelligente la trovo da  Daw : “L'inchiesta congiunta Usa-Italia sulla morte di Nicola Calipari non è ancora conclusa, ma questo è irrilevante. … Se Berlusconi firmerà una relazione a favore degli americani, per la sinistra sarà festa grande: manifestazioni di piazza, cortei, elezioni anticipate, ritiro delle truppe, rientro delle truppe, "viva-la-resistenza-guerriglia irachena". Ma questo è uno scenario che non accadrà, perchè il Cavaliere non firmerà soluzioni del genere.
Se invece Berlusconi rifiuterà la versione americana, la sinistra non dirà che ha avuto il giusto coraggio, e che non si è dimostrato servo degli Stati Uniti: no, dirà che la nostra alleanza con la più grande democrazia del mondo è finita, dirà che Calipari è morto per colpa di Bush, e che il presidente americano ne è il mandante morale. Poi chiederanno il solito ritiro-rientro delle truppe, le dimissioni "immediate" di Berlusconi e candideranno la Sgrena alle elezioni politiche.

Anche la stampa di Berlusconi, forze più interessata a conquistare le piazze e lettori che fare politica di Berlusconi, colloca in primo piano quello che piace alle piazze antiamericane di sinistra: “La "verità" italiana collideva in tutto e per tutto con quella americana. Nel momento in cui sembrava massima la cooperazione e l'alleanza su tutti i fronti della guerra al terrorismo e ai suoi sponsor, la "nuova Sigonella" rappresentata dal caso Calipari rischia di riportare molto indietro le relazioni politico-diplomatiche e anche quelle militari. E non c'è dubbio che si sia aperta una nuova fase dei rapporti fra Stati Uniti e Italia. … una dichiarazione congiunta di disaccordo nell'inchiesta sull'uccisione a sangue freddo di Nicola Calipari, l'alto funzionario del Sismi, il servizio segreto militare, morto la sera del 4 marzo scorso mentre riportava a casa la giornalista Giuliana Sgrena, appena liberata dai sequestratori iracheni, dopo il pagamento di un cospicuo riscatto.
"Gli investigatori non sono pervenuti a conclusioni finali condivise sebbene, dopo aver esaminato congiuntamente le evidenze, essi abbiano condiviso fatti, deduzioni e raccomandazioni su numerose problematiche" si legge nella nota Italia-Usa diffusa alle 18 di giovedì 29 aprile, dalla Farnesina, a Roma, e dal dipartimento di Stato, a Washington.
Sebbene la dichiarazione ufficiale tenti di minimizzare le conseguenze del mancato accordo, non c'è dubbio che si è aperta una nuova fase dei rapporti fra Stati Uniti e Italia.
... I cantori dell'antiamericanismo, che in Italia certamente non mancano, faranno sentire assai presto la loro voce squillante.
Le opposizioni (o almeno una parte dell'ampio fronte dell'Unione) chiederanno probabilmente il ritiro immediato dei soldati italiani dall'Iraq come immediata risposta all'"arroganza imperiale", di cui tanto si parla nei circoli politici più radicali. Il governo dirà di no, ma sotto traccia comincerà a organizzare un piano di uscita con i primi 300 soldati che dovrebbero rientrare da Nassiriya già a fine settembre. Tutto per arrivare senza un solo bersagliere o fante in Iraq prima delle prossime elezioni politiche, nel maggio 2006 o anche prima.
Silvio Berlusconi è probabilmente l'uomo più deluso da questa brutta storia.” www.panorama.it .

Secondo me l’influenza americana in passato se vede nella differenza Italia-Albania o Brd-Ddr, (Germania de influenza USA e d’influenza URSS). Berlusconi e Bush sanno che una pacificazione e ricostruzione dell’Iraq sarebbero buone per Iraq, Italia, USA e la maggioranza del mondo. Secondo le piazze di sinistra è il contrario. Anche se ho ragione non la posso dimostrare come altre non possano dimostrare il contrario. La maggioranza della gente crede al gruppo d’appartenenza. Le piazze degli sconfitti della globalizazzione crede che USA è il inimico da abbattere. Io credo che non tutto va benne nella globalizazzione ma i benefici sono maggiore e il pericolo sta nel terrorismo. Credo che Saddam sia l’ultimo peggiore dittatore che usava il petrolio per ricchezza personale e degli amici, per alimentare terrorismo e corruzione incluso dell’ONU. Credo più all’intelligenza ed etica delle elite di destra che a certe piazze di sinistra, quella contro il nucleare nel riferendo che ha rovinato l’economia italiana, quella del G8 di Genova che ha distrutto Genova per distruggere Berlusconi e globalizazzione, dei pacifisti di Che Guevara, (Pacifisti da Che Guevara, eroi della porta acanto ed etica americana ),

del  "Ministro della terrorista"...

 Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

>>> Per saperne di più:

Civiltà italiana: pro-islamica, pro-albanesa e anti-americana

Giorgio Bocca: primo giornalista del primo pamphlet anti-Berlusconi e anti-USA Berlusconi,Prodi,civiltà occidentale,islam e giornalismo

USA: "Civiltà superiore" e giornalismo inferiori

FIDEL CASTRO, CHE GUEVARA, COMUNISMO, USA E CUBA VISTI DALL'ITALIA

TERRORISMO E "CIVILTÀ" OCIDENTALE

"RIVOLUZIONE DEI GAROFANI" E MARXISMO CULTURALE

Berlusconi, USA, civiltà superiore e giornalismo inferiori

Torture e diritti umani nell’Iraq (sondaggio)

Iraq, pace, petrolio, Berlusconi, Bush, etica, intelligenza e stupidaggine

Bush, Moore, Osama Bin Laden, guerra e terrorismo

Taormina, Saddam e Giustizia




permalink | inviato da il 4/5/2005 alle 9:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


berlusconi-prodi
Votare Berlusconi o Prodi?

Berlusconi
Prodi

CERCA