.
Annunci online

Berlusconi-Prodi
Biologia, psicologia, sociologia e filosofia di un voto... o perchè votare Berlusconi o Prodi


Diario


7 marzo 2005

Giuliana Sgrena, Simona Pari, Simona

Hanno certamente in comune: pacifiste, de sinistra, contro le presenze delle forze militari straniere in Iraq, di grand’umanità e simpatia per chi soffre in Iraq le conseguenze della guerra. Mi sembra che hanno anche in comune più antipatia con Bush o Berlusconi che con Saddam od Osama Bin Laden.

Sono stati rapite in Iraq. Perché rapire pacifiste italiane antigovernamento? Perché cosi fa più rumore, hanno tutta la sinistra italiana a suo favore, tutti quelli anti-Bush e anti-Berlusconi se sentono alleati dei terroristi contro il inimico comune: la destra al governo.

“Questa è la più assurda delle guerre … Siamo noi gli incivili…” – Ha scritto Sgrena. (Corriere, 2005-02-09, p.5). Lo penserà ancora? Sarà più civile se Saddam o altri come lui e i suoi rapitori prendano il governo?

Sgrena è stato ostaggio della sua missione: è andata in Iraq per raccontare la resistenza delle vittime della guerra. Adesso non tornerà più, contribuirà a dare il potere in Iraq ad un come Saddam che ammassava chi scriveva contro di lui. La globalizazzione della libertà d’informazione sarà più lontana. Salvo che l’etica della libertà d’informazione sia più forte del riscatto della paura dei terroristi.

E-zap, (electronic zapping):

http://www.internazionale.it :”VISTI DAGLI ALTRI
La Zeit pubblica sull'ultimo numero un appello per la
liberazione di Giuliana Sgrena che riprende le parole
pronunciate dal direttore del settimanale tedesco, Giovanni
Di Lorenzo, alla manifestazione di Roma dello scorso sabato.
… "Giuliana è una giornalista che dà voce a vittime
che altrimenti non potrebbero farsi sentire. Giuliana ha
seguito la guerra in Iraq anche per la Zeit. Le siamo grati
di cuore per il suo coraggio, ma anche per il suo impegno.
Giuliana è contro questa guerra".
http://www.zeit.de/2005/09/Sgrena_3

Jacopo Fo:

Sgrena libera!
Onore a Nicola Calipari.
La storia della liberazione di Giuliana ha dell'incredibile.
Credo che si debba far tesoro delle coincidenze. Sono il modo con il quale il mondo ci parla.
Un uomo dei servizi segreti, la categoria di esseri umani in assoluto storicamente più detestata dalla sinistra, ha dato la vita per salvare una giornalista comunista, perché questo era il suo Dovere e il suo Istinto Umano.
Credo ci sia un'Italia che vale e che noi dobbiamo cercare di unire innanzi tutto buttando al cesso la logica da tifoserie di calcio che ha caratterizzato questi 50 anni di politica italiana.
Dobbiamo tenere sempre a mente che c'è gente a destra che ci è più vicina di tanti politici della sinistra. Dobbiamo puntare a unirci con queste persone Onorevoli. Gente come Borsellino che era di Alleanza Nazionale (allora MSI?). O come i ragazzi della gioventù di Alleanza Nazionale che hanno pubblicamente protestato per la difesa d'ufficio di Dell'Utri…
Per commentare o leggere i commenti a questa news” http://www.alcatraz.it/redazione/news/show_news_p.php3?NewsID=2335<




permalink | inviato da il 7/3/2005 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


berlusconi-prodi
Votare Berlusconi o Prodi?

Berlusconi
Prodi

CERCA