.
Annunci online

Berlusconi-Prodi
Biologia, psicologia, sociologia e filosofia di un voto... o perchè votare Berlusconi o Prodi


Diario


30 gennaio 2005

Michele Santoro, informazione e giustizia o stupidaggine?

Santoro mi sembra un missionario del populismo anti-Berlusconi dove emozione e credenze irrazionale contano più dell’intelligenza.

Ho visto un solo programma di Santoro. Mi sembro l’arte di corrompere la democrazia. Il populismo più raffinato al servizio della stupidaggine politica.

Il populismo usa l’emozione del momento, la credenza più piacevole per lo scopo politico. Se questo scopo politico è giusto diventa un servizio politico, regionale, nazionale o globale, conforme al caso. Se lo scopo politico è ingiusto diventa un danno alla democrazia con conseguenze  locale, nazionale o globale.

Tutto questo non è mai matematico. Non esiste una politica più giusta per tutti. Non esiste mai una sentenza giusta per tutti. Esistano sentenze e opinione che possano essere più giuste per la maggioranza di una cultura, di un gruppo, di un partito, di una nazione o di una religione.

Per questo la mia opinione su stupidaggine politica può corrispondere ad intelligenza per altri con altre credenze e altre culture.

Nel programma che ho visto di Santoro, le emozioni e credenze più popolare del momento sono state al servizio di fare una politica reazionaria basata in situazione del passato che non corrispondano al presente e molto meno al futuro. Tutto il programma ha cercato di dimostrare che l’articolo 18, quello che proibì i licenziamenti alle imprese con 15 dipendenti, allargato a tutte le imprese sarebbero la risoluzione dei principali problemi della società.

Il programma è stato un’opera d’arte in mostrare come la più grand’aspirazione degli studenti, giovani e adulti è avere certezza di lavoro. Dopo ha presentato l’articolo 18 allargato a tutte le imprese come la soluzione magica di tutti i problemi di lavoro: chi aveva lavoro o de qualche forma riuscisse a trovare un lavoro sarebbe per tutta la vita senz’altro preoccupazione economiche.

Questo poteva essere vero nei regimi comunisti del passato de che solo rimane Cuba, con frontiere chiuse e pena di morte per chi cerca di andare via com’è successo di recente in Cuba. Con il mondo che diventa sempre più globale e senza frontiere, le economie più efficienti attirano i lavoratori e imprese migliore. Quelle meno competitive o danno luogo ai più efficienti o sono mantenute dallo stato, vuole dire dei più efficienti. Se una nazione non favorisce i più efficienti, va indietro con danni per tutti. Per questo penso che Santoro ha fato un programma molto populista, sembrando essere intelligenti per quelli che credano ancora che lo Stato può dare soluzione per tutti, come credevano in DDR, (ex-Germania comunista), prima del muro di Berlino essere abbattuto, in URSS, Albania o Cuba.

Oggi vediamo che più importante della lotta di classe è la collaborazione di classe. Con la lotta di classe e la morte di quelli che rifiutavano il comunismo se è arrivato alla miseria bene distribuita pero con condizione peggiore per la maggioranza che nei capitalisti. Oggi vediamo i comunisti che diventano capitalisti e hanno ridotto il numero dei poveri come succede in Cina.

L’articolo 18 applicato a tutte le imprese darebbero sicurezza di lavoro a pochi, contribuirebbe per che molti non trovassero lavoro e molte imprese fallite per non sopportare la concorrenza internazionale che favorisce la mobilità ed efficienza.

Quello programma che ho visto mi è sembrato più propaganda di fanatismo anti-governamentale che vera informazione. Mi è sembrato tollerabile in un programma de TV privata al servizio di un partito ma non in una televisione pubblica.  Non ricordo nessun programma di Mediaste de peggiore demagogia.

Al sapere che la giustizia ha condannato la Rai, (vuole dire i più onesti contribuenti), a pagare più di un milione d’euro a Santoro mi è venuto il dubbio … Invito a votare e commentare:

A - Sarà vera giustizia? Ha ragione Santoro quando dice: “Berlusconi? Una malattia per tutti”, La Stampa, 30 Aprile 2004, … «Non ho mai fatto mistero di considerare Berlusconi una malattia del nostro sistema informativo, sociale e politico. Una malattia che riguarda tutti noi».? ( Continua ).

B – O stupidaggine?  

C - Sarà un altro risultato di grandi avvocati e piccoli giudici?

D - O delle toghe rosse che se vogliano vendicare di Berlusconi con il suo peggiore inimico in TV?

Pires Portugal, (ex-Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

>>>  Per saperne di più:

Giornalismo, giustizia, politica<




permalink | inviato da il 30/1/2005 alle 14:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


berlusconi-prodi
Votare Berlusconi o Prodi?

Berlusconi
Prodi

CERCA